Il Nord della Corsica sulla rotta dei delfini

Avete mai provato l’emozione di osservare i cetacei da vicino e direttamente nel loro habitat naturale? Allora partite con noi alla scoperta di questi magnifici esemplari marini che vi faranno rimanere con il fiato sospeso. Navigheremo nel Santuario dei Cetacei, un parco che è stato istituito per proteggere questi mammiferi e che va dalle coste francesi a Capo Corso fino all’isola d’Elba. Difficile, ma non rarissimo vedere le balene mentre emergono in superficie col loro caratteristico sbuffo. Mentre i delfini comuni e le stenelle non sono rari anzi vengono spesso a giocare con la prua delle barche a vela. Fatevi emozionare da questa esperienza unica in barca a vela!

TIPOLOGIA BARCA: Barca a vela Classic

DURATA: settimana

OSPITI: Per tutti

Facebook Twitter Email

Difficoltà: Facile
Partenze: 22/07, 29/07, 05/08, 12/08, 19/08, 26/08, 02/09, 09/09, 16/09, 23/09, 30/09
Durata: 7 giorni e 6 notti, da lunedì mattina a domenica mezzogiorno.
Imbarco/Sbarco: Livorno, Cecina, Scarlino, Marina di Pisa o altri porti della costa toscana.
Imbarcazione: Barca a vela classic di 11-13 mt. Cabine doppie con bagni a bordo.
Partecipanti: Barche da 6-8 persone.
Accompagnatore: skipper. É il comandante della barca nonché esperto dell'itinerario, per motivi di sicurezza le sue decisioni sulla navigazione sono insindacabili. Assieme agli ospiti organizza e collabora alle attività di cucina e di pulizia degli spazi comuni.

Quota individuale: € 630 per periodo 27/5-14/7 e 2/9-6/10; € 750 per periodo 15/7-1/9.

Cosa comprende: Sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.
Cosa non comprende: Viaggio fino al luogo d’imbarco, tassa di soggiorno ove prevista e quanto non indicato alla voce “Comprende”. Per cambusa, carburante e marina si stimano circa € 25/30 per persona al giorno.

Programma:
Lunedì: siamo pronti ad iniziare questa avventura imbarcando intorno alle 9 da Livorno o porti limitrofi, facciamo cambusa e prima dell’ora di pranzo siamo pronti a partire. Raggiungere Capraia sarà emozionante, grazie ad una navigazione di 6-7 ore e alla possibilità di  avvistare qualche delfino, balena o capodoglio. La bellezza di Capraia s’intravede già da lontano, fiera dominatrice di un mare cristallino che ha plasmato le sue coste in infinite calette e scogliere, cosparse di cisto marino, erica e corbezzolo. Buttiamo l’ancora davanti ad una delle rade più suggestive e godiamoci la prima notte in barca.
Martedì: oggi dopo una buona colazione approfondiamo la conoscenza dell’isola di Capraia dal punto di vista del relax, scegliendo calette incontaminate per fantastici bagni.Cala Rossa è la baia più famosa e spettacolare e sarà un piacere tuffarsi nelle sue acque limpide e ammirare la scogliera perfettamente divisa tra la roccia rossa e quella più chiara. Altre spiaggette degne di nota sono Cala dello Zurletto e Zurlettino, imperdibili per gli amanti delle immersioni, così come Cala San Francesco e la Grotta. Per cena possiamo scegliere un ristorantino tipico o goderci una dolce notte stellata dormendo in rada.
Mercoledì: è il gran giorno, andremo a scoprire perchè i Greci chiamavano la Corsica Kalliste, la più bella. La traversata ci permette di approfondire la vita in barca facendoci scoprire termini come drizze, scotte e randa; ma chi non ha voglia può tranquillamente appollaiarsi a prendere il sole o leggere un bel libro al vento. Nel pomeriggio raggiungeremo Capo Corso e le spiagge di Macinaggio o Barcaggio, per un tuffo rinfrescante in un mare caraibico. Alla sera non c’è di meglio che godersi la Corsica dal mare con una cena, perchè no, al lume di candela.
Giovedì: che ottimo risveglio a Capo Corso! Un luogo magico con caratteristiche peculiari rispetto al resto dell’altra Corsica. Da qui facciamo rotta verso Nord lasciandoci incantare dal paesaggio circostante: fari, torri genovesi a picco sul mare e la splendida isola della Giraglia. Se il tempo ce lo permette, ormeggeremo nel piccolo porto dei pescatori di Centuri: un paese-scrigno dove potremo gustare le migliori aragoste del mondo! Chi è in vena di trekking può percorrere il Sentiero dei Doganieri, splendido esempio di storica via di transito recuperata dal passato, che si estende su tutto il nord di Capo Corso, chi è più pigro può stare a bordo dilettandosi a cucinare qualche manicaretto per la cena.
Venerdì: ci gustiamo una giornata di relax tra le spiagge paradisiache di Saleccia eMortella. Possiamo decidere di scendere fino a raggiungere, a sud, il Desert des Agriates. Passeggiando ci troveremo immersi nella macchia mediterranea compatta e dall’intensa profumazione di timo e mirto, che arriva a lambire spiagge bianche e acque paradisiache. Nel pomeriggio invertiamo la rotta e, con il sole alle spalle, navigheremo alla ricerca di una bella baia dove passare la notte, magari Tamarone o quelle dell’isola della Finocchiarola.
Sabato: è tempo di lasciare la meravigliosa terra corsa e farci spingere dal vento verso le coste toscane. La brezza marina sulle vele, i gabbiani che ci faranno compagnia e gli amici delfini al nostro fianco renderanno la traversata un momento di piacevole relax. Sarà la bellezza dell’isola di Capraia, avvistata improvvisamente all’orizzonte, a darci il benvenuto e ad accoglierci per l’ultima notte da trascorrere sotto un meraviglioso cielo stellato.
Domenica: rientriamo con un’ultima veleggiata al nostro porto di partenza. E’ purtroppo finita questa meravigliosa esperienza in barca e già abbiamo voglia di progettare la prossima!
Nota bene: L’imbarco è previsto nella mattinata del giorno di partenza, nel caso tu debba arrivare la sera prima potrai prenotare una notte extra con un supplemento di € 40.

L’itinerario proposto è un’idea di quello che si potrà fare a bordo e durante le escursioni a terra. E’ puramente indicativo e sarà deciso di giorno in giorno dallo skipper. Lo skipper avrà il dovere di prendere decisioni in merito alla navigazione e alla vita a bordo. L’itinerario sarà deciso a bordo e modificabile in qualsiasi momento per motivi di sicurezza, necessità od opportunità.