Stintino e il parco nazionale dell’Asinara

Una perla incastonata tra le meraviglie del Mediterraneo. Questa è la Sardegna e Stintino, piccolo borgo marinaro sorto alla fine di uno stretto fiordo, è uno dei più emozionanti approdi della costa settentrionale. Facendo rotta a nord si raggiunge l’Asinara, isola carcere di struggente bellezza, dove ripararsi dal vento e rilassarsi con l’osservazione dei suoi fondali praticamente intatti. Qualche miglia più a sud, invece, c’è lo Stagno di Pilo, un’area protetta stretta tra dune di sabbia, giunchi e tamerici dove si possono avvistare i fenicotteri rosa. Navigare sotto le falesie, tuffarsi in acque cristalline e osservare ogni cosa da un nuovo punto di vista: questa è la settimana che ci aspetta! Un mondo da portare con sé tutto l’anno.

LA VACANZA
Una vacanza in barca a vela è una combinazione di divertimento e relax, attraverso cui venire a contatto con la natura in modo più profondo. Durante la settimana la nostra vita sarà scandita dal mare e dal vento, indipendenti ai nostri voleri ma sempre generosi di sorprese: sarà frequente l’incontro con i delfini e talvolta con qualche grande cetaceo, da avvistare davanti alla prua della nostra imbarcazione. Agli appassionati di mare, snorkeling e apnea il Parco Nazionale dell’Asinara svelerà qualcosa di nuovo e sorprendente ad ogni tuffo. Gli amanti della buona cucina potranno cimentarsi ogni giorno con un piatto diverso della tradizione sarda. I patiti della pennichella troveranno un posticino sul mare degno di essere visitato quotidianamente! Ognuno di noi sarà attivo nella conoscenza e divulgazione dell’ecologia e del rispetto del mare.

Facebook Twitter Email

Difficoltà: Facile
Durata: 7 giorni e 6 notti, da lunedì mattina a domenica mezzogiorno.
Imbarco/Sbarco: Stintino
Imbarcazione: sloop di 14 mt. 4 cabine doppie con 3 bagni a bordo.
Partecipanti: barca da 8 persone.
Accompagnatore: a bordo skipper. Lo skipper è il comandante dell’imbarcazione, coordina le attività di cucina e cura la pulizia degli spazi comuni. Conosce bene lo specchio di mare, le baie i porti ed è il responsabile della conduzione della barca: per motivi di sicurezza, le sue decisioni relative alla navigazione sono insindacabili.

Quota individuale: € 510 per periodo 3/7-30/7; € 580 per periodo 31/7-27/8 da versare prima della partenza. Spese di equipaggio in loco euro 150 a testa

Cosa comprende: sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.
Cosa non comprende: viaggio fino al luogo d’imbarco, spese di equipaggio, cambusa, carburante, eventuali marine e quanto non indicato alla voce “Comprende”.

Programma:

Lunedì: imbarco in mattinata a Stintino e sistemazione a bordo e briefing di benvenuto. Dopo aver fatto cambusa, molliamo gli ormeggi e veleggiamo verso una delle splendide cale dell’Asinara dove fare il primo bagno della vacanza. Ormeggiare per la notte in rada.

Martedì: tuffo al risveglio e colazione nella quiete mattutina. Salpiamo l’ancora e veleggiamo per raggiungere un’altra vicina cala dell’Asinara nella zona di Cala d’Oliva dove ci godiamo uno splendido bagno e dove pranzeremo. Nel primo pomeriggio raggiungiamo Punta Scorno, il lembo estremo dell’Asinara, dietro la quale potremmo ammirare le falesie della costa occidentale per fare il giro dell’isola. Arriveremo così nel tardo pomeriggio nella rada di Fornelli dove ci prepariamo per la nostra seconda notte in rada con emozionante bagno notturno.

Mercoledì: leviamo l’ancora e mettiamo prua verso sud-ovest per raggiungere Alghero, incrociando la rotta dei Tursiopi. Durante la navigazione potremo ammirare la costa rocciosa di questa parte della Sardegna, un’ottima occasione per cogliere gli insegnamenti della vela o semplicemente per rilassarci leggendo il nostro libro preferito. Prima di arrivare in porto ci concederemo un rilassante bagno in una delle calette vicino alla città. Scendiamo a terra per visitare l’Alghero medievale, fare un po’ di shopping e immergerci nella frenesia della vita notturna tra i bar e localini del centro storico.

Giovedì: colazione e partenza. Doppiamo Capo Caccia e veleggiamo verso l’Isola Piana, punta estrema dell’Area Marina Protetta di Porto Conte. Passeremo davanti al particolarissimo isolotto “bucato”dall’erosione marina, la “Foradada” e incroceremo la splendida costa rocciosa dell’Isola Piana per poi rientrare nella protetta baia di Porto Conte per rilassarci e fare un bagno. Sott’acqua lo scenario è indimenticabile… perchè non tuffarci per vederlo di persona? Passeremo la notte in rada, magari concedendoci uno sfiziosissimo barbecue privato tutto per noi.

Venerdì: ci alziamo con comodo, facciamo colazione e iniziamo la navigazione sotto costa verso il borgo di Stintino dove rimanere incantati dalle sfumature di colore delle rocce che abbelliscono questo tratto di costa. Dedichiamo il pomeriggio alla scoperta delle tante insenature che la Sardegna ci offre: ogni spuntone di roccia ci racconta una storia antica e diversa. Gettiamo l’ancora per una serata sotto le stelle e un bagno allo scoccar della mezzanotte.

Sabato: qualcuno vuole provare l’emozione di stringere il timone tra le mani? Una veleggiata lungo la zona sud dell’Asinara e poi per chi vuole una sosta a terra nell’isola per visitare il supercarcere storico dell’Asinara oppure il centro di recupero delle tartarughe marine dell’isola completeranno la nostra giornata. Per la sera torneremo tra le vie di Stintino, dove vivremo l’ultima sera in compagnia tra un aperitivo, un giro in centro e una cena a base della migliore cucina sarda.

Domenica: sveglia e colazione. Pigri o mattinieri Stintino è bellissima ad ogni ora, anche qualche minuto prima di fare i bagagli con la promessa di tornare ancora.

L’itinerario è da considerarsi di massima: un’idea di quello che avverrà a bordo e durante le escursioni a terra. Lo skipper avrà il dovere di prendere decisioni in merito alla navigazione e alla vita di bordo; questo per motivi di sicurezza, necessità e previsioni meteo.