La Sardegna del sud in barca a vela

Lontana dal turismo mondano ed estranea al sovraffollamento estivo, questa zona della Sardegna è l’ideale per chi cerca più di una semplice vacanza fra sole e mare. Grazie all’esperienza in barca a vela navigheremo tra Capo S. Elia e Capo ferrato, passando per l’indomato e selvaggio entroterra del Sarrabus che offrirà forti emozioni agli amanti del trekking. Ci godremo le bellissime spiagge bianche di Villasimius e della Costa Rei. Ci rilasseremo tra le coste dell’Isola dei Cavoli, Punta Molentis e Punta Porceddu, posti incredibili dove il tempo sembra essersi fermato. Come resistere di fronte a così tanta bellezza?

TIPOLOGIA BARCA: Barca a vela Classic

DURATA: Settimana

OSPITI: Per tutti

Facebook Twitter Email

Difficoltà: Facile
Partenze: 27/05, 03/06, 10/06, 17/06, 24/06, 01/07, 08/07, 15/07, 22/07, 29/07, 05/08, 12/08, 19/08, 26/08, 02/09, 09/09, 16/09, 23/09
Durata: 7 giorni e 6 notti, da lunedì mattina a domenica mezzogiorno.
Imbarco/Sbarco: Cagliari
Imbarcazione: Sloop di 15 mt Cabine doppie con bagni a bordo.
Partecipanti: Barca da 10 persone.
Accompagnatore: Skipper. É il comandante della barca nonché esperto dell'itinerario, per motivi di sicurezza le sue decisioni sulla navigazione sono insindacabili. Assieme agli ospiti organizza e collabora alle attività di cucina e di pulizia degli spazi comuni.

Quota individuale: € 630 per periodo 27/5-14/7 e 2/9-6/10; € 750 per periodo 15/7-1/9.

Cosa comprende: Sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.
Cosa non comprende: Viaggio fino al luogo d’imbarco, tassa di soggiorno ove prevista e quanto non indicato alla voce “Comprende”. Per cambusa, carburante e marina si stimano circa € 25/30 per persona al giorno.

Programma:

 

Lunedì: la curiosità di un nuovo tour e la voglia di relax ci portano fino a Cagliari per imbarcarci in mattinata sulla nostra barca a vela. Quando tutto il gruppo sarà arrivato siamo pronti per far cambusa tra il mercato della città e i diversi negozietti di prodotti tipici. Nel pomeriggio si mollano gli ormeggi e si parte per questa nuova rotta sarda: mai sentito parlare di spiaggia di Nora a Capo di Pula Sarà la nostra prima tappa e ci accoglierà con i due promontori sormontati delle antiche torri di guardia che faranno da sfondo al nostro primo tuffo seguito da aperitivo e cena. Birra e chiacchierata al tramonto. Adesso siamo proprio in vacanza.
Martedì: un tuffo per iniziare la giornata e una leggera colazione. Si salpa per la prima tappa e dato che siamo a bordo di un comodo yacht a vela e abbiamo voglia di capire di più come funziona, diamo una mano allo skipper ad issare le vele fino alle splendide acque di Chia, tra le più belle spiagge della Sardegna: maschera, boccaglio e acque trasparenti. Non può mancare una passeggiata sulla spiaggia con i suoi numerosi chioschi. Nel pomeriggio si riparte per il Golfo di Teulada dove ci aspetta una delle tante baie protette per un altro tuffo. Notte in rada.
Mercoledì: risvegliarsi in queste splendide baie è una dei momenti più belli della vacanza. Si salpa quindi verso l’Isola di San Pietro più precisamente in direzione di Carloforte. Prima di entrare in porto ci fermeremo nell’immancabile baia per rinfrescarci dal cazzare e lascare le vele della giornata: per chi lo desidera, infatti, lo skipper da anche lezioni di vela (ci tiene molto, meglio assecondarlo). Arrivati al porto nel tardo pomeriggio ci potremo godere una bella passeggiata tra i negozi e poi una cenetta tipica a base di pesce in uno dei tanti ristorantini della zona. Notte in porto.
Giovedì: dopo una ricca colazione siamo pronti per veleggiare lungo la costa dell’Isola di Sant’Antioco per raggiungere le dune della spiaggia di Porto Pino: uno sconfinato deserto di soffice e finissima sabbia bianca, modellata dal vento. Il Maestrale, dominante in questo tratto di mare, ci permetterà una divertente veleggiata con vento in poppa e potremo attraversare il Golfo di Palmas. Dopo l’ancoraggio in queste acque turchesi si raggiunge la spiaggia a nuoto o in tender per un cocktail in riva al mare. Qui di notte l’acqua calma e trasparente invita ad un bagno di mezzanotte sotto le stelle.
Venerdì: Si salpa con la dovuta calma dopo un bagno e la colazione. Raggiungeremo con una breve navigazione Capo Teulada, la punta più a sud della Sardegna e ci fermeremo proprio qui, più precisamente a Cala Galera per un tuffo nelle sue acque blu e trasparenti circondati da nuvole di pescetti. Proseguiremo poi per Capo Malfatano e getteremo l’ancora davanti alla mitica spiaggia di Tuaredda, oasi di acque calme e protette dove dar sfogo al nuotatore che è in noi. C’è anche uno splendido bar/ristorante in legno con tetto di paglia a disposizione.
Sabato: il nostro equipaggio ormai esperto si diverte a salpare l’ancora, issare le vele e manovrare l’imbarcazione tra un bordo e l’altro. Torniamo verso nel Golfo di Cagliari, la rotta è in direzione Poetto, la nota spiaggia cagliaritana. La festa continua a bordo oppure sulla spiaggia per seguire il ritmo della musica delle band che si alternano sui vari palchi dei chioschi sul mare. Ci aspetta una divertente serata in compagnia.
Domenica: un buon caffè in pozzetto e magari un ultimo tuffo in mare prima di scendere a terra. Siamo al termine di questa meravigliosa avventura. Il sud della Sardegna ha fatto breccia nel nostro cuore. Ormai amici, purtroppo è tempo dei saluti ma con un arrivederci alla prossima avventura.
Nota bene: L’imbarco è previsto nella mattinata del giorno di partenza, nel caso tu debba arrivare la sera prima potrai prenotare una notte extra con un supplemento di € 40.

L’itinerario proposto è un’idea di quello che si potrà fare a bordo e durante le escursioni a terra. E’ puramente indicativo e sarà deciso di giorno in giorno dallo skipper. Lo skipper avrà il dovere di prendere decisioni in merito alla navigazione e alla vita a bordo. L’itinerario sarà deciso a bordo e modificabile in qualsiasi momento per motivi di sicurezza, necessità od opportunità.


Dall'Elmas Aeroporto’ è possibile raggiungere la stazione di Cagliari in circa 7 minuti con un biglietto acquistabile presso le casse automatiche di Ferrovie dello Stato (nella hall Arrivi del terminal aeroportuale e in stazione), tutte le biglietterie e i punti vendita autorizzati, oltre che sul sito internet di Trenitalia. La frequenza media dei collegamenti è di circa 1 treno ogni 20 minuti dalle 5 del mattino fino alle 23 circa. Dopo di che il servizio viene garantito da una linea di autobus. In alternativa ci sono i taxi.
Per maggiori informazioni:
http://www.sogaer.it/it/trasporto-locale.html
http://www.arstspa.info/infoaeroporti.html
http://www.sogaer.it/it/trasporto-locale/taxi.html