Croazia in barca a vela tra le Isole Incoronate

Una settimana Croazia in barca a vela alle Isole Incoronate, con imbarco e sbarco da San Benedetto del Tronto.  È una vacanza per navigatori impenitenti, per tutti coloro che amano: il mare, le notti passate in piccole baie rimirando le stelle, mangiare con i pescatori il pesce appena pescato. Navigazioni più o meno lunghe ci porteranno a visitare isole più o meno conosciute, abbattendo le distanze come solo un mezzo come la barca a vela può fare. Cascate, paesaggi lunari, cittadine medioevali contornati da un mare cristallino che nulla ha da invidiare ai lontani Caraibi…anzi meglio!!!

Facebook Twitter Email

Difficoltà: Facile
Durata: 7 giorni e 6 notti, da domenica mattina a sabato mezzogiorno.
Imbarco/Sbarco: San Benedetto del Tronto.
Imbarcazione: barca da 4 cabine doppie con 3 bagni a bordo
Partecipanti: barca da 8 persone.
Accompagnatore: a bordo skipper. Lo skipper è il comandante dell’imbarcazione, coordina le attività di cucina e cura la pulizia degli spazi comuni. Conosce bene lo specchio di mare, le baie i porti ed è il responsabile della conduzione della barca: per motivi di sicurezza, le sue decisioni relative alla navigazione sono insindacabili.

Quota individuale: € 450 per periodo 28/5-1/7 e 27/8-30/9; € 510 per periodo 2/7-29/7; € 580 per periodo 30/7-26/8 da versare prima della partenza. Spese di equipaggio in loco euro 150 a testa.

Cosa comprende: sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.
Cosa non comprende: viaggio fino al luogo d’imbarco, spese di equipaggio, cambusa, carburante, eventuali marine e quanto non indicato alla voce “Comprende”.

Programma:
  • Domenica: imbarco entro le ore 8 nel marina di San Benedetto del Tronto, famosa località balneare marchigiana nota per essere il capoluogo della riviera delle Palme. Salpiamo in direzione delle isole croate, la traversata del Mar Adriatico è una ventata di emozioni che ci conduce nei pressi dell’isola di Katina per trascorrere una tranquilla notte in rada. Proviamo l’ebbrezza del bagno di mezzanotte?
  • Lunedì: ci dirigiamo a Sali, pittoresco paesino di pescatori situato sul lato est di Dugi Otok, per espletare le pratiche doganali e familiarizzare con l’atmosfera tranquilla di quest’isola. Entriamo ufficialmente nel Parco delle Incoronate raggiungendo Incoronata, l’isola più conosciuta di tutto l’arcipelago. Scegliamo una delle baie del lato ovest per un bel tuffo rigenerante con pranzo marinaro in pozzetto. Nel pomeriggio possiamo affiancare lo skipper nella conduzione della barca per imparare i rudimenti di vela mentre i più pigri prendono il sole sopracoperta. Lombarda, Sipnate o un’altra tranquilla rada ci accoglieranno per la notte.
  • Martedì: le giornate all’interno del Parco sono un susseguirsi di meravigliose baie, insenature e faraglioni tutte irresistibilmente belle. Gettiamo l’ancora per il bagno e concediamoci tutto il relax di cui abbiamo bisogno, in fin dei conti siamo in vacanza! In serata raggiungiamo Vrulje, il maggiore centro abitato dell’isola che ci sorprenderà con la sua manciata di case e la sua atmosfera tranquilla. Scendiamo a terra per un gustoso piatto di pesce appena pescato.
  • Mercoledì: continuiamo la discesa verso Incoronate basse, le isole più meridionali dove si può ammirare il fenomeno delle rocce girate, ovvero voltate verso il mare aperto, la cui disposizione a forma di corona dà il nome a questo arcipelago. Sfileranno di fianco alla nostra barca alcune tra le rocce più alte come Klobucar, Mana o Rasip Veli fino a raggiungere, in serata, l’isola di Lavsa.
  • Giovedì: sospinti dal leggero vento sempre presente alle Incoronate lasciamo le isole per dirigerci verso Murter. Vale la pena scendere a terra e aggirarsi tra le case di pescatori coi tipici mattoni faccia a vista che creano un’atmosfera particolarmente rilassata e d’altri tempi anche in questo vivace porto croato. Se c’è tempo possiamo anche salire al belvedere di Raduc da dove si può godere di uno splendido panorama. Murter è famosa per la sua cucina, il consiglio per cena è quello di farsi tentare da uno dei ristoranti dove mangiare ottimo pesce.
  • Venerdì: riprendiamo la navigazione verso nord, per raggiungere l’isola di Zut dove fermarsi nella baia di Hiljaca per il pranzo e un po’ di relax. Torniamo su Sali per espletare le formalità doganali ed è già tempo di mettere la prua della nostra barca in direzione di San Benedetto del Tronto.
  • Sabato: siamo nuovamente in Italia, abbiamo il tempo per preparare le cose con calma e salutarci. Sbarco entro le ore 10, alla prossima avventura!

L’itinerario è da considerarsi di massima…un’idea di quello che avverrà a bordo e durante le escursioni a terra. Sarà modificabile in qualsiasi momento dallo skipper per motivi di sicurezza, necessità o volontà dello stesso skipper