Calabria in barca a vela

Siete pronti ad esplorare alcune delle più belle spiagge Italiane? Grotticelle, Tropea, Rovaglioso e Capo Vaticano saranno ancora più spettacolari se apprezzate direttamente via mare. Vivere le spiagge calabre, visitare ogni giorno una cittadina diversa e immergerti nell’atmosfera ricca di antichi saperi e tradizioni di questa terra ti donerà un nuovo sentire. Preparati, la Calabria ti attende!

TIPOLOGIA BARCA: Barca a vela Classic

DURATA: Settimana

OSPITI: Per tutti

Facebook Twitter Email

Difficoltà: Facile
Partenze: 27/05, 03/06, 10/06, 17/06, 24/06, 01/07, 08/07, 15/07, 22/07, 29/07, 05/08, 12/08, 19/08, 26/08, 02/09, 09/09, 16/09, 23/09, 30/09
Durata: 7 giorni e 6 pernottamenti, da lunedì mattina a domenica mezzogiorno.
Imbarco/Sbarco: Vibo Marina
Imbarcazione: Barca a vela standard di 13 mt. 3 cabine doppie con 2 bagni a bordo.
Partecipanti: Barca da 6 persone.
Accompagnatore: Skipper. É il comandante della barca nonché esperto dell'itinerario, per motivi di sicurezza le sue decisioni sulla navigazione sono insindacabili. Assieme agli ospiti organizza e collabora alle attività di cucina e di pulizia degli spazi comuni.

Quota individuale: € 630 per periodo 27/5-14/7 e 2/9-6/10; € 750 per periodo 15/7-1/9.

Cosa comprende: Sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.
Cosa non comprende: Viaggio fino al luogo d’imbarco, tassa di soggiorno ove prevista e quanto non indicato alla voce “Comprende”. Per cambusa, carburante e marina si stimano circa € 25/30 per persona al giorno.

Programma:
Lunedì: il ritrovo è in mattinata nel porticciolo di Vibo Marina. Dopo la cambusa per l’ora di pranzo siamo pronti a partire per le incantevoli scogliere a picco nel mare. Tuffiamoci per il primo bagno in queste acque spettacolari e inauguriamo la nostra vacanza! In serata raggiungeremo uno dei luoghi più famosi della Calabria, Tropea dove potremmo rilassarci passeggiando nel suo centro storico tra viette strette e inaspettati scorsi sul mare e sulleIsole Eolie. Aperitivo o cena vista mare? Abbiamo l’imbarazzo della scelta, l’importante è non rinunciare a un assaggio di Cipolla di Tropea, di crostini con ‘nduja di Spilinga e a un buon bicchiere di vino locale. Notte in porto.
Martedì: continuiamo la nostra discesa verso la Costa Viola sfilando davanti prima davanti a Capo Vaticano e poi in località Grotticelle. Grazie alla barca a vela è più facile apprezzare il paesaggio calabro, con i paesi arroccati sulle alture e i vigneti che arrivano proprio fino in alto. La vita di bordo è scandita da chiacchierate a prua o cimentandosi in qualche manovra facendoci aiutare dai nostri skipper. In poco tempo giungeremo a Palmi famosa per la sua terrazza sullo stretto. Nel pomeriggio dopo aver occupato il nostro posto nel porticciolo possiamo decidere se vivere un’esperienza al mare o in montagna: avremo la possibilità di fare un giro in gommone nelle grotte nascoste e nelle falesie che scendono a picco nel mare blu o affrontare un trekking soft sul monte Sant’Elia, lassù il panorama ci lascierà senza fiato! Alla sera cenetta di pesce in porticciolo. Notte in porto.
Mercoledi: di buon ora partiamo, come antichi marinai ci divertiamo a sfidare le acque dello stretto di Messina, estremo sud del nostro itinerario. La rotta farà capolino verso Scilla dove potremmo gustarci uno dei migliori panini con lo spada e trascorrere unaserata in rada a boa. Se il tempo non ci permette di raggiungere uno dei borghi più belli d’Italia, modificheremo la nostra navigazione per Reggio Calabria dove potremmo visitare i suoi musei e il lungomare panoramico deliziandoci con il gelato di Cesare. Indipendentemente dalle condizioni meteo notte in rada o in porto.
Giovedi: restiamo ancora un po’ in Sicilia, nei pressi dei laghi di Ganzirri, un ambiente a metà tra terra e acqua tanto caro ai messinesi. La luce che caratterizza questo luogo e indescrivibile! Una piccola curiosità: questi due laghetti sono stati dichiarati bene d’interesse etno-antropologico particolarmente importante in quanto sede storica di attività produttive legate alla miticultura. Allora non ci resta che comprare qualche chilo di vongole e cozze e cimentarci in cucina, stasera un buon piatto di impepata! Buon appetito!
Venerdi: dopo una buona colazione siamo pronti per aiutare l’equipaggio nelle manovre e in breve tempo arriveremo a Bagnara. Oggi ci potremmo dedicare a due tipi di esplorazioni: possiamo decidere di fare un bel giro con il gommone per scoprire Cala Janculla, una piccola insenatura raggiungibile solo dal mare o scendere a terra per un trekking sul Monte Elia sarà il luogo ideale per un pomeriggio di relax. Nel tardo pomeriggio saremo nel centro di Bagnara dove ci attendono sapori d’altri tempi: un trancio di pesce spada, pitta, granetti e pane biscotto fatti come una volta in alternativa per la cena possiamo organizzare un barbeque sul pontile con il pescato di giornata dei pescatori locali.
Sabato: Oggi è il giorno di riavvicinamento. Siamo pronti a scoprire tutti i posti che non siamo riusciti a vedere tra Grotticelle e Tropea. Se il tempo ce lo permette potremmo avere la possibilità di trascorrere la serata in rada vicino lo scoglio di Sant’Irene qui il tramonto è senza paragoni. Lo scoglio della Galera di Sant’Irene è un antico vivarium romano, un’antica pescheria, infatti in età romana i pescatori della zona quando catturavano i tonni li facevano passare all’interno dei cunicoli, scavati nel tufo dell’isolotto, sino a condurli in grandi vasche in attesa della mattanza. Questo è un tratto di mare considerato un paradiso per i sub quindi non resta che buttarsi in mare per un po’ di snorkelling godendosi la flora e la fauna marina.
Domenica: prendiamo un caffè tutti insieme in pozzetto e godiamoci l’ultima veleggiata. Per ora di pranzo è tempo di sbarcare.
Nota bene: L’imbarco è previsto nella mattinata del giorno di partenza, nel caso tu debba arrivare la sera prima potrai prenotare una notte extra con un supplemento di € 40.
L’itinerario proposto è un’idea di quello che si potrà fare a bordo e durante le escursioni a terra. E’ puramente indicativo e sarà deciso di giorno in giorno dallo skipper. Lo skipper avrà il dovere di prendere decisioni in merito alla navigazione e alla vita a bordo. L’itinerario sarà deciso a bordo e modificabile in qualsiasi momento per motivi di sicurezza, necessità od opportunità.

Transfer: possibilità di transfer privato dall'Aeroporto Lamezia Terme. Indicativamente il costo è di € 15 a tratta a persona.
Qualche giorno prima della partenza saranno forniti i contatti.

Porto di Vibo Marina (Vibo Marina), pontile azzurra in via Emilia, a 40 km dall'aeroporto di Lamezia Terme. Due stazioni del treno vicine: - fermata a Vibo Marina 5 min dal porto; - fermata a Vibo-Pizzo 10 km dal porto.