Baleari, Ibiza e Formentera in barca a vela per single

La vacanza perfetta per mettere insieme natura incontaminata e cultura, mare cristallino e movida, col ritmo caldo e sensuale delle Baleari.
Ibiza è nota in tutta Europa per essere il luogo di ritrovo più modaiolo delle notti iberiche , l’isola offre una enorme quantità di locali e di iniziative.
Anche le non certo trascurabili bellezze naturali dell’isola e le zone archeologiche di notevole interesse hanno contribuito a renderla meta ambita dai turisti .
Formentera è un’isola piccola e tranquilla, perfetta per chi vuole rilassarsi magari dopo essersi scatenato in una delle notti della vicina Ibiza. Lunghe spiagge, cale dorate, mare limpido e campi di cereali fanno di Formentera un vero e proprio paradiso terrestre, tanto che l’isola è stata dichiarata Riserva Naturale e Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Facebook Twitter Email

Difficoltà: Facile
Partenze: 23/08, 30/08, 06/09, 13/09, 20/09, 27/09
Durata: 7 giorni e 6 notti, da mercoledì mattina a martedì mezzogiorno.
Imbarco/Sbarco: Ibiza.
Imbarcazione: sloop di 13-15 mt. Cabine doppie con bagni a bordo.
Partecipanti: barche da 4-6-8 persone.
Accompagnatore: a bordo skipper. Lo skipper è il comandante dell’imbarcazione, coordina le attività di cucina e cura la pulizia degli spazi comuni. Conosce bene lo specchio di mare, le baie i porti ed è il responsabile della conduzione della barca: per motivi di sicurezza, le sue decisioni relative alla navigazione sono insindacabili.

Quota individuale: € 450 per periodo 31/5-4/7 e 30/8-3/10; € 510 per periodo 5/7-1/8; € 580 per periodo 2/8-29/8 da versare prima della partenza. Spese di equipaggio in loco euro 150 a testa.

Cosa comprende: sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.
Cosa non comprende: viaggio fino al luogo d’imbarco, spese di equipaggio, cambusa, carburante, eventuali marine e quanto non indicato alla voce “Comprende”.

Programma:

Mercoledì: ci troviamo ad Ibiza entro le 13 per l’imbarco. A bordo ci aspetta già un cocktail di benvenuto, ci sistemiamo a bordo e facciamo conoscenza con i nostri compagni di viaggio. Se abbiamo fame ci concediamo un ottimo panino preparato da Angeles nella piazza del vecchio mercato coperto e a dissetarci ci sono le straordinarie centrifughe di frutta e verdura al Mangia Mangia. Dopo aver fatto una ricca cambusa salpiamo per una veleggiata con rotta sud verso l’isola di Formentera. Primo bagno della vacanza a Es Calò: il mare cristallino ed una spiaggia bianchissima faranno da cornice ai nostri tuffi in mare. Verso sera sbarchiamo a terra con il gommone per ammirare il tramonto, degustando un Mojito del chiringuito Amore Iodio sulla spiaggia. Arriva presto l’ora di cena, tutti in pozzetto per deliziarci con i prodotti tipici e iniziamo a pianificare la nostra navigazione per la settimana. Buonanotte sotto una marea di stelle!

Giovedì: prima colazione circondati da un paesaggio da favola, con un mare cristallino e tanti gabbiani che ci accolgono con il loro canto. Dopo il primo bagno della giornata, il mare ci attende per una veleggiata fino alla spiaggia di Illetes, dove sbarchiamo per vedere da vivino la bellezza di questo paesaggio lunare, decorato da sculture di sassi che paiono essere qui da tempo immemore. Obbligatoria una foto di gruppo e tuffi nelle impetuose onde che giocano con l’altro lato di questa lingua di spiaggia. Bagni, sole, merenda e una pennica ristoratrice e poi via di bolina, alla ricerca di un’altra bella baia dove passare la notte. Una delle più belle è sicuramente Cala Saona, sulla costa ovest di Formentera, dove troviamo forse il miglior Mojito di Formentera e dove gustare una succulente cena con il sole che ci sorride mentre tramonta all’orizzonte. Musica e risate fino a notte tarda, qui il tempo sembra esserci miracolosamente fermato!

Venerdì: salutiamo le grotte di Cala Saona e trascorriamo la giornata nella parte migliore di questo angolo di Mediterraneo, tra Cap des Falco, a sud ovest di Ibiza, Isla Espalmador e la punta nord di Formentera. Qui c’è tutto quanto possiamo desiderare: mare trasparente, sabbia bianca, condizioni ideali per ogni attività sopra e sotto il mare. Ci sarà tempo anche per le ‘cure termali’ in un laghetto di fango naturale, da cui prende il nome la spiaggia di Espalmador: potremo immergerci per risvegliare la nostra pelle gratuitamente e divertendoci!

Sabato: veleggiata fino a La Savina. Il nostro consiglio è di noleggiare uno scooter per visitare facilmente l’interno dell’isola fino alla capitale San Francesc. Sarà divertente scorrazzare tra le vie dell’isola e fermarsi a fare acquisti in uno dei caratteristici mercatini hippy, ma soprattutto raggiungere uno dei 2 fari dell’isola: Cap de Barbaria o Pilar de la Mola, magari con uno stop al mitico Blue Bar alla Playa de Migjorn. Quale faro sceglieremo per la foto ricordo tutti assieme? Se Eolo lo consente potremmo effettuare il giro dell’isola interamente a vela, passando sotto le scogliere a strapiombo sul mare che caratterizzano la parte sud di Formentera e magari incontrare qualche delfino. In alternativa, lasciamo Formentera puntando verso Es Vedrà, due faraglioni di forma molto ambigua a ovest di Ibiza abitati solo dalle capre sui quali si narra sia naufragato Ulisse. Trascorriamo qualche ora tra bagni e relax fino alla sera, il sabato sera a Formentera! Dopo l’attracco al porto per la notte, non ci faremo sfuggire una cenetta tipica a base di pesce ed i mille divertimenti che i locali notturni di Es Pujols offrono.

Domenica: ci svegliamo con calma, facciamo colazione e risaliamo la costa ovest di Ibiza, caratterizzata da numerose calette e isolotti dietro i quali ripararsi per fare snorkeling negli isolotti della Conigliera, di fronte a San Antonio, il secondo centro abitato dell’isola. Raggiungeremo il porto a bordo del tender e ci inoltreremo nei viottoli di questo caratteristico paese per fare qualche acquisto e ammirare la “puerta del sol” dal famoso Cafè del Mar.

Lunedì: ora ci si conosce un po’ meglio, ognuno sa come muoversi in barca e veleggiamo alla grande. Magari ci facciamo un bordo fino a Tagomago per un bagno in questa isola magica e disabitata. Per preparare l’ultima calda notte della vacanza proviamo a pescare qualcosa? Ma quando attracchiamo sono d’obbligo due passi per le boutique ed i negozi eccentrici di Ibiza: la musica ed i coloriti personaggi dell’isola fanno il resto. Poi magari come aperitivo scegliamo una scorpacciata di tapas da Can Miguelito, annaffiate da una copa de Cava oppure gli imperdibili cocktail all’Arte del Mojito. Qualche dritta per l’ultima calda notte della vacanza: chi vuole cenare in una tipica osteria ibizenca prenoti il San Juan, così salta la fila! Chi vuole ascoltare buona musica dal vivo in un ambiente “cubano” non può scegliere altro che il Teatro Pereyra dove si balla fino a mattina. Possiamo chiedere di più all’ultima notte alle Baleari? Assolutamente no!

Martedì: sveglia, relax a bordo prima dello sbarco. La vacanza è finita ma il sogno non termina, lo porteremo sempre dentro di noi. Siamo ai saluti, suerte!

L’itinerario è da considerarsi di massima: un’idea di quello che avverrà a bordo e durante le escursioni a terra. Lo skipper avrà il dovere di prendere decisioni in merito alla navigazione e alla vita di bordo; questo per motivi di sicurezza, necessità e previsioni meteo.