La vita di bordo

La vostra casa in questi giorni sarà una barca; qui di seguito alcune precisazioni per chi non l’ha mai provata prima. Le cose più importanti da conoscere per la vita a bordo sono poche ma importanti.

Condivisione: è la parola chiave ed è onnipresente. Assieme si mangia, ci si muove, si ride e si scherza ma anche si preparano i pranzi, si tengono ordinate le zone comuni come cucina e dimette, ovvero il salotto. Gli spazi nelle nostre barche sono ampi: abbiamo selezionato barche per i più esigenti ma lo ricordiamo sempre che la barca non è un albergo: la barca ha una poppa e una prua prima e dopo c’è il mare. Gli spazi, insomma, sono limitati quindi è indispensabile il rispetto verso tutti.

Programmi di Viaggio: per sua stessa natura il viaggiare per mare rende impossibile rispettare una programmazione dettagliata degli itinerari, a causa della stretta dipendenza di questi dalla direzione del vento; ma in fondo è questo il suo bello: in buona misura si va dove ci porta il vento in uno spirito di libertà. Di solito all’inizio della crociera lo skipper ha già un’idea di quali saranno le condizioni meteo generali per i giorni successivi. Saranno queste a suggerire l’itinerario di massima che sarà più conveniente seguire.

In barca: è possibile pescare, fare escursioni con il tender per esplorare qualche caletta oppure scendere a terra per visitare i luoghi che si incontrano durante la navigazione. Si dorme alla fonda in baie protette o nei porti e marina attrezzati per ospitare le barche da diporto mentre per la cena si può sempre decidere se cenare in barca oppure in una delle tipiche trattorie dei porticcioli che si toccano. Avremo tempo per il relax e il divertimento, per veleggiare quando ne abbiamo voglia oppure abbandonarci al sole su una spiaggia tranquilla, assaporare la lenta vita dei porticcioli e vivere la vita frenetica nelle località più mondane! La barca a vela non è un autobus. Lo skipper può decidere in ogni momento variazioni al programma di navigazione in base alle condizioni meteo, allo scopo di garantire sicurezza e comfort ai partecipanti. Inutile dire che spesso una sosta causata dal maltempo può rivelarsi un’occasione preziosa per approfondire la conoscenza dell’entroterra. La vacanza in barca a vela è una vacanza in libertà: tappe, soste e itinerario possono variare anche su richiesta dei partecipanti: dopotutto è una vacanza, non una regata.

La giornata tipo: ogni mattina se avremo dormito in baia, avremo la possibilità al nostro risveglio di fare un tuffo nella nostra immensa piscina privata e poi una bella colazione. Si parte per la nostra prima veleggiata per ormeggiare all’ora di pranzo in rada dove potremmo rilassarci dalle fatiche della mattina scendere in spiaggia a nuoto o con il tender o rimanere a bordo, dopo pranzo un pisolino. Nel pomeriggio un’altra veleggiata ci porterà all’ormeggio per la notte che potrà essere ancora in baia oppure in un porticciolo o paesino per scendere e passare la serata, dopo cena, tra i vicoli i mercatini e i locali della zona. In alcune località ci fermeremo anche in giornata per poter visitare musei, centri, bellezze storiche e paesaggistiche spesso uniche.

Le Barche: la nostra flotta di barche è composta da Caicchi, catamarani e maxi yacht a vela per offrirvi spazi e confort di livello superiore per le barche a vela. L’Imbarco alla cabina prevede la possibilità di prenotare singoli posti in barca oppure la cabina doppia e condividere un’avventura con amici che hanno la vostra visione del viaggio, voglia di conoscere, di condividere e di fare una nuova esperienza. Questa formula è adatta a chi non avesse un gruppo precostituito. Se si è un gruppo o una famiglia, vi offriamo la possibilità di noleggiare l’intera imbarcazione; uno skipper vi accompagnerà mettendo a vostra disposizione tutta la sue esperienza per godervi tranquillamente i vostri giorni di vacanza. La cabina normalmente ha due cuccette (letti) che possono essere separate a castello oppure matrimoniali. L’utilizzo di una cabina doppia ad uso singola è soggetto a supplemento. Non sono quasi mai disponibili cabine con 3° letto; i bambini al di sopra di 6 pagano quindi l’intera quota. Di solito non sono accettati bambini con età inferiore ai 3 anni.

Lo skipper: è il comandante e ha la responsabilità a bordo. Ha il diritto e dovere di decidere l’itinerario a bordo e modificarlo in base alla sicurezza dell’equipaggio. Lo skipper organizza la vita sopra coperta coadiuvato, se presente, da hostess o steward che curano con l’aiuto di tutti, la cucina. A chiunque si dimostra interessato lo skipper sarà lieto di insegnare le manovre fondamentali per la conduzione di una barca a vela, in assoluto divertimento e senza alcun sovrapprezzo, così finalmente si impara cosa vuol dire “cazza la randa”.
Abbigliamento e attrezzatura consigliata: cerata o giacca vento leggera, scarpe di gomma con fondo bianco, ciabatte di gomma, felpa leggera e pesante, magliette in cotone, vari costumi da bagno, calzini, tuta ginnastica, asciugamano piccolo, accappatoio, telo da mare, cappello con visiera in cotone, zainetto o borsa da mare, occhiali da sole, creme solari, carica cellulare, medicinali vari, macchina fotografica/telecamera, maschera, pinne. La possibilità di utilizzo del telefonino dipende dalla copertura GSM presente in zona.

Facebook Twitter Email