Crociera in catamarano tra Fontane Bianche, Vendicari e Marzamemi

Se non sai cosa vedere in Sicilia prenota una delle minicrociere in catamarano ed effettua il tour della Sicilia orientale. Ti attende il barocco siciliano di Siracusa e della Val di Noto, l’acqua cristallina di Calabernardo, la spiaggia di San Lorenzo e l’incredibile isola delle Correnti, il lembo di terra più a sud della Sicilia. Porta con te costume da bagno e le scarpe da trekking per un’escursione alle oasi naturali del Plemmirio e di Vendicari: ti troverai immerso nella natura incontaminata sia sulla terra che sotto il mare. Tutto sarà a misura della tua voglia di vacanza, anche gli indimenticabili piatti della cucina siciliana come la pasta alla norma, quella con le sarde, l’insalata d’arance, la cassata, i cannoli e ovviamente la granita con la coppola!

Facebook Twitter Email

Difficoltà: Facile
Durata: 7 giorni e 6 notti, da lunedì mattina a domenica mezzogiorno.
Imbarco/Sbarco: Siracusa.
Imbarcazione: catamarano di 12 mt. 4 cabine doppie e 2 bagni a bordo.
Partecipanti: barca da 8 persone.
Accompagnatore: a bordo skipper e hostess/steward. Gli skipper sono professionisti del mare che organizzano la vita sopra coperta, mentre hostess o steward curano, con l’aiuto di tutti, la cucina.

Quota individuale: € 400 per periodo 25/5-28/6 e 31/8-27/9; euro 500 per periodo 29/6-26/7; 600 per periodo 27/7-30/8. Inoltre per le spese di equipaggio si versano in loco al momento dell’imbarco € 250 a testa.

Cosa comprende: sistemazione in cabine doppie, programma di navigazione, tender, pulizia finale, assicurazione sanitaria e bagaglio.
Cosa non comprende: viaggio fino al luogo d’imbarco, spese di equipaggio, cambusa, carburante, eventuali marine e quanto non indicato alla voce “Comprende”.

Programma:

Lunedì: imbarco in mattinata a Siracusa, sistemazione in cabina, briefing sulla vita di bordo e a seguire tutti a far cambusa. Molliamo l’ancora e prima del tramonto raggiungiamo una caletta dove fare il primo bagno della settimana e passare la notte in rada. Dopo cena possiamo scendere a terra: Siracusa è una città molto viva, andiamo a divertirci!
Martedì: vale la pena concederci ancora un po’ di tempo per visitare il centro di Siracusa, un concentrato di storia dal fortissimo legame con il mare. Sarà un piacere camminare tra templi greci e palazzi barocchi con il mare sempre all’orizzonte. Una volta levata l’ancora potremmo raggiungere la Penisola della Maddalena, dove tuffarci nelle acque dell’Area Marina Protetta del Plemmirio oppure l’Ognina, un tratto di costa caratterizzato dall’acqua cristallina e fondali ricchi di vita. Non dimentichiamo maschera e boccaglio! Dedichiamo il pomeriggio all’assoluto relax mentre per cena ci attende una delle zone più turistiche della Sicilia dove gustare del buon pesce fresco.
Mercoledì: veleggiamo alla volta della baia di Fontane Bianche e Punta del Cane dove ci dedicheremo ai tuffi e allo snorkeling al riparo dai venti. Spostandoci a Marina di Avola possiamo raggiungere con facilità la Val di Noto, gioiello del barocco siciliano o rimanere in rada a Calabernardo e prepararsi alla notte sotto un cielo stellato.
Giovedì: pronto per un’escursione mozzafiato? Facciamo rotta verso l’isolotto di Vendicari, famoso per le sue sabbie candide e il mare turchese che hanno fatto da sfondo a tante pubblicità televisive. Chi ha voglia di passeggiare un po’ non dimentichi le scarpe comode: la Riserva Naturale di Vendicari permette facili trekking lungo mare con paesaggi indimenticabili. Nel pomeriggio su di vela alla volta di Capo Passero e Porto Palo, punta estrema della Sicilia, ti va una cenetta a base di pesce fresco?
Venerdì: raggiungiamo l’Isola delle Correnti e tuffiamoci in acqua per cercare quel punto in cui la corrente del mare avrà due differenti direzioni! Nel pomeriggio è tempo di mettere la prua a nord verso Marzamemi, piccolo borgo di pescatori famoso per la sua tonnara e il Festival del Cinema di Frontiera che si tiene a luglio. Negli altri periodi, quando ci sono pochi turisti, puoi apprezzare appieno la magia dell’antica piazza e delle vecchie case di pescatori impeccabilmente restaurate. Per il consueto relax al mare possiamo scegliere la spiaggia o di Calamosche o di San Lorenzo, anch’esse caratterizzate da acque turchesi.
Sabato: è tempo di tornare verso est fino a punta Milocca, nei pressi dell’Area Marina Protetta del Plemmirio. La ricchezza dei fondali di questo tratto di costa merita un’immersione, nella zona di Punta Murro di Porco, o un po’ di snorkeling vicino alla vecchia tonnara. Chi preferisce l’allegria delle cittadine di mare rimarrà estasiato dall’Arenella: la lunga spiaggia di sabbia è perfettamente attrezzata e costellata di bar dove indugiare fino all’ora dell’aperitivo. Siamo alla nostra ultima sera, musica e divertimento a bordo o a terra.
Domenica: in mattinata raggiungiamo Siracusa in tempo utile per sbarcare entro le ore 12. Un saluto alla meravigliosa Sicilia orientale.